Home » Blog » Cosa significa “avere un Coach”?

 
 

Cosa significa “avere un Coach”?

 

Cosa significa avere un Coach? Innanzitutto aver compreso perfettamente cos’è il Coaching e come opera un Coach professionista!

Roberto Ardizzi Coaching

Essere un Coach è un’attività altamente responsabilizzante, che implica una costante applicazione, una formazione continua, il rispetto di Codici Etici e deontologici e il riconoscimento dei valori che sono alla base della professione.

Scegliere di lavorare con un Coach è un passo di grande consapevolezza da parte del cliente (o “coachee”, termine usato anche nella Norma UNI 11601), e questo vale in qualsiasi ambito si vada ad operare:

  • ambito personale – il Life Coaching
  • ambito professionale – il Business Coaching
  • ambito sportivo – lo Sport Coaching

Il cliente che lavora con un Coach ha chiare le dinamiche che sottintendono un percorso di Coaching (e il Coach ha – nel caso vi siano confusioni in merito – il dovere di spiegare puntualmente il “cosa, il come, il quando, il dove, il perché”) e che identificano in maniera inequivocabile la natura del Coaching stesso:

  • il Coaching non opera in campo patologico
  • il Coaching è un metodo basato sulla consapevolezza (quindi su scelte specifiche del Cliente) e sulle azioni che portano a risultati concreti
  • il Coaching non è la “disciplina dei Guru” (ne abbiamo già troppi…)
  • il Coaching è una professione (disciplinata dalla Legge 4/2013)

Una volta che il Cliente ha chiare queste necessarie precisazioni, si passa al “duro lavoro” che lo attende, e che viene concordato con il suo Coach anche attraverso specifici documenti di natura contrattuale.

Cosa vuol dire – quindi – “avere un Coach“?

  1. Lavorare con un professionista dell’ascolto attivo, capace di gestire comunicazioni e relazioni efficaci
  2. Avere la possibilità di mettere a fuoco il proprio obiettivo in maniera vivida, così da strutturare una serie di azioni per conseguirlo
  3. Scoprire le proprie aree di miglioramento e identificare – al contempo – quelle già “performanti“, utili alle azioni da mettere in campo
  4. Migliorare la propria competenza e consapevolezza emotiva, ed utilizzarla nelle attività pratiche
  5. Fare un vero e proprio percorso di Crescita personale

Avere un Coach? Si, grazie!

Roberto

Tag: , ,

CONDIVIDI SUI SOCIAL

 

2 Commenti

  1. Antonello scrive:

    Buongiorno Roberto. Gli spunti sono molti interessanti e mi hanno fatto riflettere su alcune mie situazioni. Come posso fare a contattarti?
    Grazie.
    Antonello

Inserisci un Commento