Home » Blog » Lo stato di Flow

 
 

Lo stato di Flow

 

Roberto Ardizzi Coaching

Molte volte ci capita di svolgere attività – anche molto impegnative – in maniera assolutamente naturale, senza alcuno sforzo e astraendoci completamente dal tempo e dal luogo in cui ci troviamo.

Uno stato “di grazia” che molti atleti vivono nelle loro giornate migliori  e nel quale riescono a toccare picchi di performance assoluti: questo stato viene chiamato FLOW (o stato di flusso) e trova la sua piena essenza quando si incrociano 2 direttrici:

 

1. la piena capacità di FARE

2. il completo PIACERE nello svolgere quella attività.

 

Lo stato di flow non è infatti una situazione immaginaria e astratta, ma bensì si manifesta pienamente in attività appaganti ed operative: l’esempio che viene sempre riportato è quello classico del bambino, che – in condizione di gioco – si astrae dal contesto e svolge le sue dinamiche senza spinte motivazionali e bisogno di compagnia.

Nello sport il Flow viene anche identificato come la CONCENTRAZIONE MIGLIORE, quella in cui ogni atleta esplode le proprie potenzialità e riesce a gestire le proprie emozioni, convogliandole verso l’ottenimento del risultato.

In questo stato l’inner game tende a placarsi, la fluidità del gesto atletico si sublima, la respirazione si accorda al ritmo del corpo in maniera armoniosa e gli “stressor” (cioè l’insieme delle interferenze interne ed esterne) perdono completamente di incisività.

Va detto però che il Flow non si verifica solo in campo sportivo: nella vita di tutti i giorni, nella cura dei propri hobby, nel lavoro, nelle relazioni con amici e familiari…. Lo stato di Flow si può manifestare più volte al giorno!

Entrare in questo stato vuol dire – molto semplicemente – stare bene con se stessi e avere piacere in ciò che si fa…

Al prox post…

Roberto Ardizzi

Tag: , ,

CONDIVIDI SUI SOCIAL

 

2 Commenti

  1. Andrea scrive:

    Ciao Roberto, ho una domanda: ma lo stato di flow non può verificarsi anche solo “pensando” o visualizzando una azione di gioco?
    Grazie

    • Roberto Ardizzi scrive:

      Ciao Andrea. Lo stato di flow trova la sua espressione nel “fare” e nell’Azione…sia nello sport che nella quotidianità esso si manifesta quando noi ci troviamo nello stato di concentrazione “assoluta” :)
      A presto

Inserisci un Commento